Ma come fai? Rispondo una volta per tutte.

Ma come fai? Rispondo una volta per tutte.

Ma come fai? Rispondo una volta per tutte.

4 Figli piccoli, un compagno che è in missione all’estero per 6 mesi e io che mi ritrovo a gestire pappe, pannolini, merende, litigi, bagnetti e casa.
Ora mi trovo in una situazione “limite” perchè il papy è fuori, ma anche quando è presente la domanda che mi pongono è sempre la stessa: “Ma come fai?”

Premessa Importante: Ogni caso trattato è spesso portato all’estremo, per cui non sentitevi chiamate per forza in causa. Questo articolo è stato scritto per fare un pò di ironia su una domanda che mi viene ripetuta almeno 5 volte al giorno della quale “NON NE POSSO PIU'”. 🙂 

Analizziamo un attimo da chi viene posta la domanda:

Donna senza figli; diciamo che questa “categoria” di donne non sa e non si rende conto di cosa significhi allevare un marmocchio, figuriamoci due, o tre, o quattro… quindi è paradossalmente più semplice rispondere con “un giorno, se Dio vuole,  lo saprai anche tu, non è così male come sembra, te lo auguro!”. E bon, finisce lì!

Donna senza figli che odia i bambini e in quel momento sta odiando proprio i tuoi; il “ma come fai?” è accompagnato da una smorfia schifata seguita da un’occhiataccia da pesce fracico della serie “Te sei pazza, ti sei rovinata la vita!”. E lì non si risponde, si passa direttamente alle mani. O se si risponde si parte con un “fatti-i-cazzi-tuoi!” stretto tra i denti.

Mamma incinta del primo figlio; non c’è pericolo, non lo chiederà mai, è troppo presa dal suo fagotto che non gliene può fregare di meno di te e di come gestisci la tua famiglia, ora è il suo momento ed è giusto che sia così. Pensa piuttosto a come sarà quando toccherà a lei e se pone la domanda è per sentirsi dire che “sarà meraviglioso, frilulì frilulà”.

Mamma di un figlio; Non si rende conto di cosa voglia dire avere una famiglia numerosa, e non perchè sia cerebrolesa che non ci arriva, ma è un pò come la gravidanza, se non la vivi non la capisci appieno. Allo stesso modo la mamma di un figlio “solo” ha ancora il ricordo di com’era la sua vita quando era senza figli, e di come si sia evoluta la sua esistenza. Lo sconvolgimento dell’arrivo di un bambino è talmente devastante dal punto di vista fisico ed emotivo che il pensiero di averne altri 3 è fuori da ogni portata cognitiva. “Ma come fai?” risposta “Basta organizzarsi e ce la si fa!”. Poi aggiunge “ma c’è qualcuno che ti aiuta?” e lì con un sorriso grande come il mondo si risponde “Si, l’altra metà del DNA, il padre dei marmocchi”. Perchè quando si fa una famiglia numerosa il padre viene coinvolto per forza, cosa che non è sempre scontata con la prima gravidanza e a volte neanche con la seconda, se avete un padre non presente il terzo non lo fate.

Mamma di due figli; Di solito la domanda viene fatta con un certo tono di ammirazione, di solito, il “ma come fai?” è accompagnato da un sorriso. Lì si risponde con un tranquillo e pacato “Con tanti figli è più facile che con uno o due, fanne un altro, da equilibrio a tutto”. Ho notato che le mamme di due figli spesse volte pensano a fare il terzo, poi per motivi vari, tra cui quelli economici, si desiste un pò e si lascia perdere. Ma ci sono anche le mamme di due figli completamente esaurite che piuttosto di pensare a fare il terzo si taglierebbero un braccio e lo darebbero in pasto ai cani. Sono quelle mamme alle quali è “capitato” il classico figlio terremoto che non mangia, non dorme, non parla ma urla, non sta fermo un attimo, salta sui mobili e quando sono a cena fuori è quel ragazzino che sparecchia ogni tavolo e si mette le tovaglie sulle spalle per fare Superman gettandosi dai fornelli della cucina con il mantello infuocato urlando GERONIMOOOOO con i grissini infilati nel naso.
Ecco queste mamme quando ti chiedono “ma come fai?” non lo dicono tanto per dire, le trovi dinnanzi a te con il blocchetto degli appunti in mano e una valigetta vuota da riempire con qualche amuleto magico, qualche medicinale miracoloso e qualche bambolina woo doo che serva a tramutare la sua belva in un tenero agnellino. A queste mamme bisogna solo appoggiare una mano sulla spalla e dire “è difficile, ma ho i miei genitori, i miei suoceri, la mia vicina, un’amica zitella, un gatto, un cane, un elefante e i due leocorni che mi aiutano tanto” anche se non è vero, solo per sentirsi rispondere “Ecco come fai, a me invece non aiuta nessuno”. Le vedi riporre il loro blocchetto nella valigia e gettare tutto nel cassonetto, ma le trovi un pò più consapevoli di loro stesse e rassegnate al fatto che sia una fase e che prima o poi passerà.
E con questa buona azione si risolleva il morale ad una mamma, un pò di solidarietà femminile ogni tanto ci vuole, cavoli!

Mamma di tre figli: Dal terzo figlio in poi è tutto in discesa, il “ma come fai?” non viene più chiesto perchè ci si rende conto, al terzo figlio, che tutto sommato, organizzandosi e con una bella esperienza alle spalle se ne riuscirebbe a gestire anche un quarto e un quinto. Ci si rende conto che SI PUO’ FAREEEE e non è neanche così malaccio come sembrava qualche anno prima quando si era incinta del primo figlio! 🙂

Ma come fai? – Supermamma

 

Non essere egoista, condividi!Share on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on Google+0Email this to someonePrint this pageShare on Tumblr0Share on LinkedIn0
The following two tabs change content below.
Gloriana Lori
Supermamma di 4 meravigliosi bambini, blogger nel "tempo libero". W le famiglie numerose! :)
Gloriana Lori

Ultimi post di Gloriana Lori (vedi tutti)

Commenta

commenti

This article has 9 comments

  1. Ciao Gloriana bellissimo l articolo…se penso che la prima cosa che ti ho detto quando hai scritto che avevi 4 figli…ma come fai??? L articolo mi ha fatto davvero sorridere e ammetto di essere nella categoria di mamme con due figli di cui una pestifera….si mi serve solo conforto e qualche giro in più al centro commerciale

  2. So cosa vuol dire… Ho 4 bimbi anch’io e mi fanno sempre la tua stessa domanda…quando poi dico che ne ho fatti 4 in 5 anni mi guardano come fossi un aliena….e io mi diverto

  3. brava!!!! io a tre ho dovuto fermarmi perchè purtroppo la mia salute mi ha detto ciao ,sono 10 anni che vivo con vertigini tremori svenimenti ,mio marito ha perso il lavoro per colpa della mia situazione ,mi arrangio comunque grazie al pc e internet ,non viviamo da ricchi viviamo e basta! si mangia quel che c’è non gamberoni o manzo! Unico problema resta la mia salute che dopo 10 anni è ancora ferma ,nessuno mi ha mai trovato nulla io solo so che è iniziato tutto avendo partorito in piedi!!!!!!! ma per i medici le mie vertigini erano depressione post partum,col cavolo!! se fossi stata depressa mi sarei già ammazzata ,invece no ,combatto ogni giorno per me ,per i miei figli per tornare a stare bene e avere una vita “normale” La mia famiglia è l’unica cosa che ho ,siamo in 5 e lotto per tutti!!!Se stavo bene un’aALTRO BIMBO LO AVREI AVUTO DI CERTO ,MA HO PREFERITO FERMARMI,OLTRETUTTO IN GRAVIDANZA MI TROVARONO ANCHE UN BUCO AL CUORE E DA LI PAURA PAURA PAURA………….. ops scusa la maiuscola 🙂

    • p.s io figli terremoto ne ho due ,i due maschietti il grande di 10 anni e il piccolo di sette ,per fortuna c’è un pò di calma con la bimba che ha 9 anni 🙂

    • Gloriana Lori

      In bocca al lupo per tutto Angie, apprezziamo quello che abbiamo costruito finora. 🙂

      • Grazie!! si guai chi mi tocca la famiglia la sto difendendo dall’inizio pur non stando bene ,ti assicuro che leggere certi commenti su fb mi viene la pelle d’oca!!!!! noi viviamo con 100 euro al mese e 900 euro ogni 6 mesi,ma chissene frega ,la priorità è il mangiare il resto viene tutto dopo con calma a rate senza fretta,altro che piscina cavalli iphone ecc ,boh non capisco tutta sta invidia della gente e tutto questo volere volere volere ,io insegno ai miei figli che bisogna accontentarsi ,purtroppo hanno trovato una mamma acciaccata che si muove a malapena dal letto ,che vorrebbe fargli vedere il mare ,portarli in un supermercato e invece nulla di tutto ciò,io sono la mamma “diversa” e fiera di portare avanti la mia famiglia con i miei valori !! non si vive di soli soldi per fortuna ….ti invidio quando leggo che porti i tuoi bambini in giro 🙂 ma prima o poi tornerò anche io in piedi !!!! p.s io ero una semplice coolf e donna delle pulizie e se la salute la finisse di fare la stupida tornerei subito a fare quello che facevo prima svegliandomi alle tre di mattino per andare a lavorare!Bisogna reimparare ad accontentarsi ,il mondo va male perchè la gente pretende tutto purtroppo ,io sono nata povera e così morirò ma so apprezzare le piccolissime cose !…..buona notte a te e ai tuoi bimbi!

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: